lunedì 27 luglio 2015

UN TOCCO DI COLORE: GHIRLANDE IN CAMERA DA LETTO


Non so voi, ma io ho attraversato varie fasi di colore nella mia vita e puntualmente la casa doveva seguire i miei cambiamenti cromatici.

La prima fase è stata quella del BLU, ancora adesso adoro questo colore declinato nelle varie sfumature, perchè sono un'amante dello stile marino, però da questa prima fase ho imparato una grande lezione che magari potrebbe tornare utile anche a voi. Ho imparato che per far si che la casa possa seguirvi nelle fasi cromatiche deve avere una base neutra, ciò significa arredare la casa principalmente in bianco e colori neutrali/naturali (io adoro abbinare il bianco e il legno chiaro), dopodichè il tocco di colore lo realizzo con dettagli (cuscini, lenzuola, quadri, tappeti, tende) e piccoli oggetti d'arredamento. In questo modo quando mi stanco di un colore ed entro in fissa con un altro, riesco più facilmente a trasformare anche la casa. Volete sapere qual'è stato l'errore che ho fatto nella fase blu? Una bellissima cucina completamente blu che dopo otto anni mi usciva dagli occhi!

Dopo la fase BLU è iniziata la fase ROSSA, ma questa volta lungi da me comprare mobili rossi! Quindi in salotto ho inserito una lampada rossa, una poltrona sfoderabile e dei cuscini sui toni del rosso ecc...

In che fase sono ora? ROSA, ROSA e ancora ROSA! Niente, da quando sono rimasta incinta della secondogenita vedo solo ROSA, all'inizio della gravidanza mi avevano detto che sospettavano fosse un maschitto, ma io sapevo già che non era così! E con questa fase sorgono i problemi, non è che puoi circondare il caro maritino di dettagli rosa ovunque, quindi certe volte è necessario camuffarlo inserendo altri colori pastello, anche se poi alla fine ai miei occhi il Rosa deve sempre predominare, sperando che lui non se ne accorga ;-).

Ora, tutto questo preambolo cosa c'entra con le ghirlande in camera da letto, vi starete chiedendo. Beh trovo che siano un modo carino, semplice ed economico per aiutarvi nelle vostre fasi cromatiche. E poi è un modo per riciclare le ghirlande che amorevolmente avete creato per qualche evento e un modo per utilizzare tutto l'anno le lucine di natale. 

Per creare la ghirlanda fatta con gli abitini origami basta della bella carta per origami nelle nuances da voi scelte, del backers twine, qualche mollettina e del washi tape. Il tutotrial per creare gli abitini origami lo trovate qui. Per creare invece le ghirlandine con le farfalle ho usato un nastro di raso, un puncher a forma di farfalla, della bella carta a scelta, un po' di nastro biadesivo per fissarle e del washi tape.


Qui sotto, invece, qualche idea che ho raccolto su pinterest, dove ho creato la cartella "Bedroom Garlands" in cui potete trovare altre ispirazioni e tutorial. Per approfondire invece il significato dei colori e aiutarvi nella scelta del colore della camera da letto vi invito a leggere questo articolo trovato sul sito di DALANI (qui).

Lindsay Stephenson; allthingssimpleandsweetprojects; A beautiful mess
kuistin kautta; Blog da Carlota; Funky Junk Interiors

A presto

2 commenti:

  1. Bellissima la tua ghirlanda! Adoro queste tonalità pastello e capisco benissimo le varie fasi che hai attraversato: periodo blu, periodo rosso, periodo rosa... Picasso ne sarebbe orgoglioso!

    RispondiElimina
  2. Che bella la ghirlanda con i vestitini............. ^________^
    Si potrebbe usare anche per l'addobbo di una nascita o di un battesimo!!! Di una bimba ovviamente!!! ;-)))
    Kissssssssssssssssssssssssssss

    RispondiElimina

ShareThis